Come progettare una cucina accessibile con stile

cucina angolo

Cucina componibile ad angolo Aliant di Stosa

Quando si pensa a un design accessibile, cosa viene in mente? Corrimano in bagno, porte più larghe o forse un piano di lavoro o un lavandino costruiti ad un’altezza adeguata? Sebbene queste considerazioni pratiche abbiano certamente un ruolo, un design accessibile può essere qualcosa di più del semplice lato pratico.

Perché focalizzarsi su un design di cucina accessibile?

Un design accessibile potrebbe essere necessario se un membro della famiglia utilizza una sedia a rotelle o ha problemi di mobilità. Le caratteristiche del design della cucina possono variare a seconda del livello di accessibilità richiesto e di chi altro la utilizzerà.

Quali sono gli elementi chiave nella creazione di un design di cucina accessibile?

Ecco 5 aree su cui concentrarsi in una ristrutturazione della cucina orientata all’accessibilità, trasformandola in pratica ed elegante:

Piani di lavoro e lavandino. I layout della cucina sono normalmente progettati intorno alle zone di lavoro e un design della cucina accessibile non fa eccezione. Il primo passo è creare aree di lavoro ad un’altezza adeguata e con un’accessibilità adeguata alle proprie esigenze. Se si sta progettando un accesso per sedie a rotelle, bisogna installare un piano di lavoro inferiore e un lavandino aperto sotto per consentire un facile accesso allo spazio di lavoro. Aggiungere un contenitore estraibile vicino all’area del lavandino per tenere a portata di mano i prodotti per la pulizia.

Archiviazione. Allo stesso modo, considerare gli elementi a cui bisogna accedere regolarmente nella cucina e assicurarsi che tutto lo spazio di archiviazione essenziale sia facilmente e in sicurezza accessibile. Concentrarsi sull’archiviazione del mobile base con comodi cassetti estraibili e considera l’idea di includere un carrello con ruote o un mobile indipendente da utilizzare per trasportare facilmente provviste e pasti tra le aree di cottura e di pranzo.

Accesso ai dispositivi. Proprio come con i ripiani e i lavelli, assicurarsi che la cucina, il forno e gli altri elettrodomestici siano posizionati in modo da accedervi facilmente. Regolare l’altezza dei forni a parete o includerne uno sottobanco da aprire facilmente, installare una gamma che è aperta sotto e quindi accessibile ai disabili e aggiungere un microonde sotto-piano. I cassetti della lavastoviglie possono essere più facilmente accessibili rispetto alle lavastoviglie standard. Allo stesso modo, quelli del frigorifero, i frigoriferi sotto-piano o i frigoriferi ad apertura laterale consentono un accesso più facile a tutti gli oggetti.

Spazio sul pavimento e spazio libero intorno all’isola e alle zone di lavoro. Un progetto orientato ai problemi di mobilità deve garantire che ci sia ampio spazio per attraversare porte, corridoi ed entrare o uscire dalle stanze. Allo stesso modo, la disposizione della cucina deve consentire ampio spazio per manovrare dentro e fuori le zone di lavoro, intorno all’isola e al tavolo da pranzo e per accedere alle aree di stoccaggio.

Maniglie, manopole, prese e controlli. Rendere la vita meno complicata selezionando hardware e accessori accessibili e più facili da manovrare. Le maniglie tendono ad essere meno impegnative da impugnare rispetto alle manopole e l’azione della leva singola o persino i rubinetti con comando a sfioramento semplificano il lavaggio di cibo, mani e piatti. Considerare la posizione delle prese elettriche e dei controlli dell’illuminazione, nonché altri controlli degli elettrodomestici per renderli facilmente accessibili.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi